News

NUOVO CATALOGO NON SOLO  IDRAULICA N°13 – 2018

13/04/2018

NUOVO CATALOGO NON SOLO IDRAULICA N°13 – 2018

 

Da Lunedì 16 Aprile 2018 è disponibile il nuovo catalogo “Non solo idraulica n°13 2018“.

  • Richiedi il catalogo in formato cartaceo al nostro Numero verde 800-678330.
  • Consultalo direttamente sul nostro sito internet www.idroexpert.com
  • Scarica l’APP gratuita per Android o iOS.

 

Desideri maggiori informazioni?

Contattaci o richiedi la visita del tuo TUTOR IDROEXPERT di riferimento.

 

  • NUMERO VERDE 800-678330
  • Scrivici direttamente nella nostra CHAT online
  • Compila la richiesta ONLINE

 

continua...
PROMOZIONE BUTTA LA VASCA

03/04/2018

PROMOZIONE BUTTA LA VASCA

Trasforma ora la tua VASCA in DOCCIA!

 

Vuoi trasformare la tua VASCA in una DOCCIA?

Scopri l’IMPERDIBILE offerta “BUTTA LA VASCA” a soli 399 € + IVA.

CLICCA sull’immagine per maggiori dettagli e richiedi il tuo PREVENTIVO gratuito:


continua...
INTERVISTA A CESARE FRANCHI – MCE 2018

16/03/2018

INTERVISTA A CESARE FRANCHI – MCE 2018

 

FRANCHI ci svela le novità 2018.

Clicca qui e scoprile ora: https://youtu.be/kX-JJ_E_xZ0

IDROEXPERT - intervista Cesare Franchi MCE2018

(Fonte: Intervista di “Mercato Totale” presso Mostra Convegno Expocomfort 2018 – Milano Rho)

continua...
CONDIZIONATORI E DETRAZIONI FISCALI 2018

15/03/2018

CONDIZIONATORI E DETRAZIONI FISCALI 2018

 

Hai intenzione di comprare un nuovo condizionatore? Sei fortunato! Grazie alla Legge di Bilancio 2018, se compri un condizionatore o una pompa di calore puoi risparmiare sulla spesa totale e beneficiare di bonus ed agevolazioni.
La detrazione è valida non solo per un condizionatore d’aria a pompa di calore, ma anche per condizionatori a risparmio energetico.
Ma attenzione, il bonus varia a seconda del tipo di intervento e dal tipo di condizionatore. Infatti, esistono varie tipologie di bonus: per climatizzatori a risparmio energetico, agevolazioni per condizionatori con bonus mobili, agevolazioni per condizionatori che comprendono anche la ristrutturazioni dell’immobile e il bonus per condizionatori senza ristrutturazioni.
Se avete appena acquistato un condizionatore o avete intenzioni di farlo, ma non avete eseguito lavori di ristrutturazione: non disperate!
Potrete comunque fruire di un’agevolazione fiscale! In che modo?
La buona notizia è che potrete comprare un nuovo condizionatore oppure sostituire un vecchio impianto ed installarne uno nuovo ad alta efficienza energetica senza la ristrutturazione edilizia.
Nel caso in cui decidiate di comprare un nuovo condizionatore potrete detrarre il 50% delle spese in 10 anni fino ad un massimo di € 30.000. Nel secondo caso avrete una detrazione del 65% delle spese.

CHATTA con noi e richiedici tutte le informazioni!

continua...
RICERCHIAMO VENDITORI

21/02/2018

RICERCHIAMO VENDITORI

 

www.idroexpert.com

Leader nel settore Idrotermosanitario per lo sviluppo del proprio canale prodotti a marchio Energy Expert

www.divisionenergy.com

CERCA

VENDITORI/ AGENTI ambosessi con diploma di perito termo tecnico, con forte propensione commerciale, esperti del settore idrotermosanitario

Per le Regioni:

TOSCANA

LAZIO

UMBRIA


 

REQUISITI RICHIESTI:
• Residenti esclusivamente nelle zone di ricerca indicate
• Diploma di perito termo tecnico o similari
• Forte propensione commerciale
• Buon l’utilizzo del pacchetto Office


L’AZIENDA OFFRE:
• Contratto di assunzione a tempo determinato/indeterminato
• Portafoglio clienti da sviluppare
• Auto aziendale
• Cellulare
• Tablet

L’AZIENDA RICHIEDE:
• Pianificazione giro visite settimanale/giornaliera
• Stesura del CRM giornaliero delle visite

 

I colloqui saranno effettuati direttamente dall’Azienda.

Per candidarsi inviare Curriculum Vitae in formato .pdf o word, corredato di foto e con autorizzazione al trattamento dei dati personali, all’indirizzo mail
selezione@divisionenergy.com

continua...
Quanto riteniamo importante l’efficienza energetica in Italia?

16/02/2018

QUANTO RITENIAMO IMPORTANTE L’EFFICIENZA ENERGETICA IN ITALIA?

Idroexpert SPA

Secondo alcune ricerche online, nella scelta dei sistemi di riscaldamento gli Italiani tengono conto maggiormente dell’efficienza energetica, della durata e della facilità di utilizzo.

Tuttavia, una parte degli Italiani si preoccupa maggiormente del prezzo d’acquisto e delle rate da pagare, mentre altri ritengono importante l’impatto ambientale. Pochissimi Italiani però possiedono un sistema di riscaldamento a energia rinnovabile. Ovviamente, questo è dovuto anche dal fatto che c’è una forte disinformazione sull’efficienza energetica e sul rispetto ambientale.

Ad esempio, alcuni credono che le stufe a legna siano rispettose per l’ambiente, ma non considerano che contribuiscano alla produzione di polveri sottili, dannose per l’ambiente. Altri ancora, considerano il sistema di riscaldamento elettrico il più economico.

La maggior parte degli Italiani preferisce il riscaldamento centralizzato; altri privilegiano quelli alimentati a legna; pochi utilizzano energie rinnovabili, come i pannelli fotovoltaici e le pompe di calore.

Se consideriamo le varie zone d’Italia, ad esempio, al Sud, sono poco utilizzati i climatizzatori, le pompe di calore e il riscaldamento a pavimento. Si prediligono i sistemi di riscaldamento più classici, come le caldaie o i radiatori d’aria calda. Al Nord, invece, gli Italiani preferiscono il riscaldamento a pavimento, il riscaldamento centralizzato oppure i classici termostati. Al centro – Italia, si prediligono le caldaie, piuttosto che le stufe elettriche.

La tendenza principale per gli italiani è di risparmiare sul riscaldamento e la maggioranza, secondo alcune ricerche, afferma di spendere più di 100 € a bolletta.

Una piccola curiosità: a differenza nostra, in Europa, risulta che gli spagnoli preferiscono camini e stufe, i francesi prediligono le caldaie e gli inglesi i radiatori elettrici.

Vuoi informazioni sui differenti sistemi di riscaldamento e condizionamento e come scegliere quello più adatto per la tua abitazione?

Non esitare a rivolgerti presso uno dei nostri punti vendita associati Idroexpert oppure CHATTA CON NOI e richiedici tutte le informazioni!

 

 

 

 

 

Idroexpert SPA è Leader nel settore Idrotermosanitario: riscaldamento, condizionamento, arredo bagno, idraulica e molto altro…

continua...
Piatto doccia o filo pavimento? Come scegliere la soluzione migliore.

09/02/2018

PIATTO DOCCIA O FILO PAVIMENTO? COME SCEGLIERE LA SOLUZIONE MIGLIORE.

 

La scelta del piatto doccia, più adatto alle proprie esigenze, è una questione da non sottovalutare, quando si decide di sostituire la vasca o quando si è alle prese con la realizzazione di un bagno nuovo.
Per adattarsi a idee bagno sempre più innovative e ricercate, i nuovi piatti doccia sono sempre più sottili. Allo stesso tempo, anche le docce filo pavimento sono una scelta molto utilizzata da chi cerca praticità e semplicità d’utilizzo.
Quindi, è sempre bene considerare le proprie necessità e gusti, i costi e lo spazio disponibile.

Ad esempio, un buon piatto doccia, oltre ad essere ultra sottile e soddisfare i gusti più minimalisti, deve avere 3 proprietà fondamentali: RESISTENZA, IGIENICITÁ e PROPRIETÀ ANTISCIVOLO. Tutto ciò permette di avere un prodotto ottimo, ma ad un costo leggermente più alto.
Tuttavia, L’installazione del piatto doccia tradizionale è molto più semplice rispetto a quella del filo pavimento, anche in riferimento alla pulizia e alle misure standard, che permettono di reperire box doccia e altri prodotti da coordinare, in maniera più semplice.
Il difetto principale del piatto doccia è quello di creare possibili fughe, binari e giunzioni che con l’andar del tempo, permettono di formare con facilità possibili muffe e calcare.

Diversamente, La scelta di una doccia filo pavimento, realizzata in continuità con il pavimento del bagno, è una scelta da considerare sotto diversi aspetti. Quest’ultima, infatti, richiede massima precisione nella realizzazione, affinché l’acqua defluisca in maniera corretta verso la canalina di scarico; molto importante è l’utilizzo di una piletta sifonata di spessore ridotto.
La scelta del filo pavimento può essere realizzata anche con l’utilizzo di piatti doccia ultrapiatti, che però hanno limitata disponibilità di formato e personalizzazione.
Il vantaggio del filo pavimento oltre che estetico, è quello di non porre limiti di forma e dimensione. Inoltre, è una soluzione adatta a chi vuole eliminare il problema delle barriere architettoniche per un acceso alla doccia più semplice.
Al contrario, lo svantaggio principale del filo pavimento sta nella sua realizzazione che deve essere molto attenta e curata da parte degli addetti ai lavori. Infatti, se questo non avviene, si può verificare la fuoriuscita dell’acqua e il rischio di possibili infiltrazioni.


In tutti i nostri punti vendita associati a Idroexpert, potrai trovare centinaia di modelli di piatti doccia per tutte le tue esigenze ed i nostri esperti venditori potranno seguirti ed accompagnarti nella scelta più adeguata in base alle tue disponibilità.

CHATTA con noi e richiedici tutte le informazioni!

IDROEXPERT Sostituzione Vasca con Doccia

continua...
Caldaie: Come individuare la giusta posizione d’installazione?

02/02/2018

CALDAIE: COME INDIVIDUARE LA GIUSTA POSIZIONE D’INSTALLAZIONE?

Caldaie: Come individuare la giusta posizione d’installazione?

Secondo la rubrica settimanale “Sos Energia” del sito key4biz, è molto importante chiedersi quale sia la soluzione migliore per l’installazione della caldaia ed è opportuno chiedere sempre pareri ai tecnici specializzati.

Molto spesso, infatti, ci chiediamo se sia meglio installare la caldaia all’interno o all’esterno della nostra casa ed è molto importante capire quale soluzione sia la più conveniente; sia dal punto vista pratico, che energetico.

È bene chiarire, però che la posizione della caldaia non riduce i costi legati all’utilizzo della stessa, ma questo dipende dalla scelta della tariffa del gas più conveniente.

Innanzitutto, è bene valutare la struttura della casa e i costi di installazione di entrambe le soluzioni, infatti non sempre gli spazi interni o esterni della nostra casa sono sufficienti, soprattutto se si tratta di piccole abitazioni.

In ogni caso, anche se per alcuni, installare la caldaia dentro casa sia pericoloso, l’interno è solitamente considerata la soluzione migliore, in quanto è possibile proteggere il dispositivo dagli agenti atmosferici e ottenere un miglior rendimento a livello economico. Oggi, infatti, tutti i dispositivi di ultima generazione offrono standard alti a livello di sicurezza.

Continuate a seguirci per tutte le news!

continua...
Bonus condizionatori prorogato anche per il Nuovo Anno – 2018

26/01/2018

BONUS CONDIZIONATORI PROROGATO ANCHE PER IL NUOVO ANNO – 2018

BONUS CONDIZIONATORI PROROGATO ANCHE PER IL NUOVO ANNO ( 2018 ).

Secondo l’approfondimento sul settore delle detrazioni fiscali di lavoroediritti.com, anche per quest’anno verrà prorogato il Bonus sui Condizionatori, acquistati entro il 31 Dicembre 2018.

Il rimborso, per questa detrazione fiscale sull’acquisto dei condizionatori, avverrà in 10 rate di eguale importo secondo le spese inserite nella Dichiarazione dei Redditi.

Ma in quali casi si può richiedere il Bonus sull’acquisto di Condizionatori?

  • Ristrutturazione: si può richiedere fino al 50%;
  • Riqualificazione energetica: si può richiedere fino al 65% di Bonus;
  • Acquisto mobili ed elettrodomestici: purché siano di classe energetica A+.

Le detrazioni fiscali sono valide fino al 31 dicembre 2018 per l’acquisto di condizionatori con pompa di calore , sia per il periodo invernale che quello estivo, sono:

  • pari al 50%;
  • su una spesa entro 96.000 euro.

Altro requisito obbligatorio per accedere al suddetto bonus, è di predisporre il pagamento solo mediante bonifico parlante. Sarà quindi obbligatorio inserire la causale bonifico per detrazione installazione condizionatore. Non sono ammessi, infatti, altri metodi di pagamento per ottenere il nuovo bonus condizionatori 2018, poiché solo tale tipologia è considerata valida ai fini della tracciabilità della transazione.

In assenza di lavori di ristrutturazione, i contribuenti potranno richiedere ugualmente delle detrazioni fiscali per l’acquisto di condizionatori e nella misura del 65%. Tuttavia, sarà necessario che si tratti di acquisti per migliorare l’efficienza energetica dell’immobile.

continua...
Come si evolverÁ l’idrotermosanitario in futuro?

19/01/2018

COME SI EVOLVERÁ L’IDROTERMOSANITARIO IN FUTURO?

Secondo l’indagine di CRESME per ANGAISA,
lo scenario del settore idrotermosanitario si evolverà notevolmente entro 10 anni.

Un esempio su tutti saranno i bagni adattabili in base alle situazioni d’uso. Quest’ultimi infatti, si auto-puliranno e auto-igienizeranno grazie a speciali sensori posizionati all’interno di essi, in grado di captare germi e batteri.
Ci saranno novità anche per le vasche da bagno che potranno essere programmate, direttamente dai nostri smartphone, riuscendo persino a riempirsi autonomamente ed a stabilire la temperatura giusta per il nostro corpo.
I rubinetti saranno in grado di dirci se le mani sono pulite.
Gli impianti di riscaldamento delle nostre case saranno altamente regolabili e in grado di ottimizzare i consumi.
Anche i pavimenti del futuro saranno versatili, sostenibili ed ecologici.

Sul piano del riscaldamento il futuro sarà sempre più condizionato da impianti ibridi, infatti si dovranno obbligatoriamente integrare sistemi di produzione di energia da fonti rinnovabili (Dlgs 28/2011 in applicazione alla direttiva europea 2009/28/CE).

Quello che succederà nel prossimo futuro in questo campo, dipenderà da quando e con quali caratteristiche arriveranno sul mercato efficienti batterie in grado di accumulare l’energia prodotta dalle fonti rinnovabili.

Una casa autosufficiente in grado di produrre energia e alimentare anche l’automobile elettrica, rappresenta uno scenario del futuro con il quale presto dovremo fare i conti.

Per concludere, anche la domotica assumerà un ruolo rilevante nei prossimi anni.

 

continua...
1 2 3